martedì 7 giugno 2011

la mia Africa


"Il sapere è un tronco di baobab. Una sola persona non può abbracciarlo” (proverbio senegalese)


Il Baobab viene chiamato anche "Albero della vita"
Numerose sono le leggende che raccontano del Baobab.
Una leggenda descrive che cosa accade se non si è mai soddisfatti di cosa già si ha; il baobab è stato uno dei primi alberi a comparire sulla terra. Dopo di lui la palma, snella e graziosa. Quando il baobab vide la palma, gridò di voler essere più alto. Quando poi conobbe il bell’albero della fiamma il baobab fu invidioso del suo meraviglioso fiore rosso. Quando scorse l'albero di fico colmo di frutta, ha pregato per avere anch’esso dei frutti dolci. A tal punto gli dei si arrabbiarono per le richieste eccessive del baobab, lo sradicarono e per mantenerlo calmo lo ripiantarono al contrario. Per questo motivo ha dei rami che sembrano radici rivolte verso l’alto. Un’altra leggenda ci dà indicazioni sulla nascita del baobab e sul motivo per cui sembra un albero piantato al contrario, con le radici al cielo. Parecchio tempo fa, un gruppo di gnomi scontrosi decise di vendicarsi degli uomini, colpevoli di disturbare la loro quiete con musiche e litigi assordanti. In una notte buia si intrufolarono furtivamente nei villaggi e sradicarono tutte le piante che si trovavano nei paraggi. Non le gettarono nel fiume, ma le capovolsero a testa ingiù, dando vita ai baobab

Nel parco nazionale di Kafue nello Zambia, uno di più grandi baobab è conosciuto come 'Kondanamwali '- l'albero che mangia le giovani ragazze. Questo albero enorme si innamorò di quattro belle ragazze che vivevano nei dintorni. Quando raggiunsero la pubertà hanno iniziato ad essere corteggiate rendendo l’albero geloso. Una notte, durante un temporale, l'albero aprì il suo tronco catturando le ragazze. Si dice che nelle notti di tempesta i suoni provenienti dall’interno del tronco non siano versi di animali ma i pianti delle ragazze imprigionate.

Questa "la mia Africa".
Una spilla Albero della vita realizzata in argento e rame. Le pietre invece sono quarzo azzurro, turchese (africano) e cristalli swarovski.
Normalmente realizzo i gioielli con la tecnica della fusione a cera persa, questa volta ho voluto sperimentare e utilizzare direttamente il metallo lavorandolo per dargli la forma voluta.
Personalmente sono molto soddisfatta, spero che piaccia anche a voi anche se dal vivo rende mooolto di più.

ps: vi faccio notare che seppur in ritardo come al solito sono la prima :) ahah

mercoledì 20 aprile 2011

storni di Nuel

pareggio....
Ho fatto danzare su Roma questi portatori di piccole e maleodoranti sventure, lo spettacolo che ci offrono con le loro evoluzioni, gli imprevedibili cambi di ritmo, li elevano dal rango di bestiacce da insultare a quello di creature da ammirare.
Spero sia di vostro gradimento. Grazie a tutti per l'attesa paziente.
Nuel

domenica 17 aprile 2011

68 Nuel

dai che ce la faccio, vi sto riprendendo :D
ho scelto come spunto un tema putroppo sempre attuale, la guerra, la più grande idiozia concepita dall 'uomo. Ed ho scelto una delle più belle canzoni mai scritte, che portano speranza,perchè sapere immaginare un mondo diverso, migliore, per tutti, è solo l'inizio di un cambiamento che è ancora possibile. intanto fate andare a votare più gente possibile il 12 giugno, cominciamo a cambiare la cose da lì! grazie a tutti per la paziente attesa, spero di averla in parte ripagata. E ora sotto con gli storni/stormi!
baci, Emmanuel

giovedì 31 marzo 2011

Nuovo tema

Africa
La nuova fase di determinismo africano. La meta sogno. L'origine dell'uomo sulla terra. Mamma africa.l'Africa invasore. l'Africa da salvare? O... L'Africa ci salverà?

domenica 27 marzo 2011

i miei storni




Il primo amore non si scorda mai, così mi sono armata di lima, pinza, martello e saldatore e mi sono rimessa al banco da lavoro...dopo troppo (davvero troppo eh!) tempo che non lo facevo.
L'idea iniziale era diversa: tanti fili d'argento di varie lunghezze con il pennuto saldato alla fine.
Il problema era che si incastravano li uni con gli altri e comunque mi piacevano solo in movimento, cioè mi piaceva l'effetto quando si muoveva l'orecchino...peccato che muovendosi si ingarbugliava, quindi ciccia.
Alla fine mi sono orientata su qualcosa di più lineare e pulito ed ecco il risultato.
I pennuti son realizzati con la tecnica della cera persa e sono tutti in argento 925


domenica 20 marzo 2011

il '68 di bea


...lo immagino come una forza ironica e scanzonata,ma moooolto determinata, che camminando,forse anche in maniera molto inconsapevole,ha determinato quel che di buono ci rimane anche oggi, in termini di diritti sociali e parità di varia natura,nonostante 15 anni di coninui attentati e ahimè,riusciti indebolimenti.
Dovrebbero marciare di nuovo gli elefanti,per riportare a posto le cose!!!

lunedì 14 marzo 2011

io ci sono....

cioè , non mi sono scordata!
sono in lavorazione. il lavoro di per se è finito , adesso sono tempi tecnici per la messa in opera del tutto...
evoi?
so che Fran anche lei è in attesa di altri tempitecnici. voi?
il mio lavoro mè piace! non vedo l'ora di farvelo vedere!!!!
;)))))))

lunedì 21 febbraio 2011

.....MEGLIO TARDI CHE MAI.....




Avolte ritornano.
Sepolti,repressi,ignorati.
Ma loro fanno parte di noi,endemici,genetici,assopiti,forse,ma mai estinti.
Possiamo riconquistarli in qualunque momento,ci vuole esercizio,allenamento.
Ma loro sono lì,e una volta risvegliati intervengono a guidarci,sempre sulla strada migliore,quella più autentica per noi.
Mai,mai ignorarli. Bisogna esercitarli sempre,per non perdersi nel mondo,per non perdere il lume,per non trovarsi senza la guida amorevole di Madre Natura.
L'istinto parte dal cuore,e tramite un impulso inequivocabile guida l'azione.
Ci mette in salvo,ci fa fare la cosa giusta,ci fa mordere le cose della vita,ci fa vivere quei meravigliosi momenti di carne,sotto le coperte,o con un bambino attaccato al seno, o in mezzo ad un bosco a caccia di odori,nell'acqua,a galla,con un emozione in gola,e la paura di allontanarsi troppo.
Scaldano,gli istinti,come una caldo maglione di lana.

martedì 15 febbraio 2011

ecco un pò di link...

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2005/11/27/storni-segreti-dell-algebra-volante.html

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/01/12/segreti-degli-storni-in-volo-il.html

http://www.nature-pictures.org/it/foto/117/

questi invece li sparerei io...http://mmedia.kataweb.it/foto/27079180/pistoia-cacciatori-in-piazza-per-chiedere-di-poter-sparare-agli-storni

questo quello di cui parlavo...http://www.repubblica.it/persone/2011/02/02/foto/storni-11950267/1/

questa invee è una famosissima foto http://www.wwfroma11.it/attivita/storni%20e%20falco.htm

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/04/08/uccelli-acrobazie-leader-gregari-ecco-le-regole.html
http://www.springerlink.com/content/x2r26j6674114311/

foto :
http://www.entropy-photo-roma.eu/pag.XII.html
http://www.flickr.com/photos/21775084@N07/5248710543/in/photostream/
http://arte-cultura-recensioni.noiblogger.com/gli-storni-a-migliaia-oscurano-il-cielo-di-gretna-in-scozia-guarda-le-foto-dello-straordinario-fenomeno/

vabbè . ora a studiare....

Gli storni,che fanno gli stormi

GLi stormi!Ecco l'origine della pioggia di merda che ti cade in testa a Piazza Indipendenza.
Vogliamo poi parlare della puzza?
Comunque,tanto x cambiare ed ascoltare una cosa nuova,stanno diminuendo.
Da noi sembra di no,ma il problema è che sono tutti in Italia,in particolare a Roma,mentre sono quasi scomparsi dal nord Europa.
Vengono qui x il clima che è sempre più mite,sono "pendolari",nel senso che vanno quotidianamente nelle campagne a mangiare,per poi tornare al tramonto,in città,quando danno vita a quei meravigliosi "giochi",cui ogni volta,assistiamo estasiati.
Ci sono pochi posti in cui uno stormo può sopravvivere durante la notte,essendo creaturina assai fragile. I platani sono uno di quei posti:alberi fitti a foglia larga,che filtra il vento freddo dell'inverno.
Lo lasciano al mattino per poi ritrovarlo alla sera.
Girano,girano,girano,e quando lo trovano...fanno festa.
Segnalano tramite le loro danze eclatanti la posizione del rifugio,di casa,ai fratelli che sono ancora a caccia della mollichina,e poi del posticino per dormire.
Sono altruisti.
Come noi.

pappapaaaaaaaaparapaparapappaaaa!



Ed ecco qui cosa ho partorito.
Devo scappare che di sotto urlano, la spiegazione a dopo!


giovedì 10 febbraio 2011

Nuova traccia


io intanto lo metto:
" il solo motivo per cui accettiamo la merda degli storni è per quello che ogni sera ci regalano nel cielo"
 buon lavoro!!!

Furono Roghi e Proteste

Buongiorno a tutti, sperando di non essere la sola!
Ho dedicato il mio lavoro sul '68 alla protesta femminile, non proprio identificabile don quell'anno , ma indubbiamente iniziata da quel momento e alla quale , secondo me, dovremmo guardare con grande rispetto.
Per il loro coraggio , la loro forza e i loro ideali, ben diversi da quelli delle ragazzi di oggi.
A quel tempo le ragazze bruciavano i reggiseni in piazza, oggi bruciano la loro giovinezza in cazzate senza senso, spesso , non sempre e non tutte ovvio.
Ecco il perchè della porporina all'interno dello storico gesto delle femministe.
La porporina sta a significare la condizione della donna oggi, spesso identificata solo per la fica (tette , culo ecc...) e con la quale , spesso , molte donne arrivano a certi livelli.
La mia accusa ovviamente è rivolta a tutte quelle che ne hanno approfittato e non a quelle che conosco e frequento io.
Si noti che al centro c'è un reggiseno veramente bruciato .
Per fare questo ho dovuto sacrificare un mio reggiseno e quasi incendiato il condominio...


La tela , anch'essa riecheggiante la forma triangolare , me son dovuta fare da sola!
Le foto questa volta fanno schifo più che mai...non so perchè , ma i miei lavori sono assolutamente antifotogenici.

lunedì 7 febbraio 2011

Gooooooogle....1968

Beh il titolo dice tutto. I disegni più o meno...
L'idea era questa. Inserire su gooogle le cifre 1968. E mettere il comando visualizza le immagini...prendere un penna e prendere appunti a caso su ciò che ho trovato. Questo il risultato... Ho lavorato su carta da acquerelli torchon formato A4, penna a china e poi il colore...

martedì 1 febbraio 2011

domenica 30 gennaio 2011

io sono in altissimo mare ragazzi

Non ho cominciato ancora a fare nulla, avevo un'idea che mi stuzzicava la fantasia ma mi è già passata la poesia (che fa anche rima)
E' un periodo allucinante, arrivo a casa tardi e stramazzo sul divano.
Ma non mollo e domani intendo iniziare!

Vi bacio

martedì 25 gennaio 2011

ah ah! finito!!!!

il mio capolavoro è finito..complice un'assemblea d'istituto che mi ha permesso di restare a casa.
Fi-ni-to ! e con quasi largo anticipo...wow!
vi sto preparando un temino niente male per il mio turno..ih ih ih..

domenica 23 gennaio 2011

autarchia

Vebbè dai,non la buttate sulla desolazione.
Non so voi ma io sono in un periodo ALLUCINANTE,ma cerco di procedere.Il blog è nei miei pensieri.Il progetto non andrà alla deriva insieme a qualcuno qui,al largo di Lanzarote,tutto è in fase di compimento.
E vi stupirò! :)

martedì 18 gennaio 2011

ma???

qui tutto tace?
ecchessiete?? senti Elisabè, facciamo cos' , decidiamo noi?
facciamo il 10 febbraio e si riazzera tutto....nel caso ce lo pubblichiamo io e te e ci facciamo i complimenti a vicenda, anzi a vicenza! ;)

domenica 16 gennaio 2011

...tranqui.....

Personalmente sto lavorando.Anzi,non smetto mai.
La creatura non verrà abortita,ma risente come tutte le nostre creature dei nostri ritmi a dir poco....serrati.
L'idea c'è,lo schizzo pure.
Purtroppo alla fine sarà poco più di uno schizzo perchè non so dove trovare il tempo di realizzare qualcosa che sia all'altezza delle vostre precedenti meraviglie,ma credo sia comunque meglio di un silenzio di tomba.Tra poco riuscirò a rimettere le mani anche sul tema precedente.Recupererò! Però sappiate che vi voglio tanto bene!! ;P

venerdì 14 gennaio 2011

Oh!!!

ma questo silenzio è perchè stiamo tutti lavorando o perchè c'è un generale svaccamento???
se mi fate affondare questa creatura vi taglio fuori dalla Biennale quando ne diventerò la curatrice...attenzione!!! ;))))))
io sono all'opera...mi piace!
ma non ci si confronta più? nessun dubbio? nessun ripensamento?
io vi sto preparando un temino niente male.....sò  azzi vostri!! :)))

domenica 9 gennaio 2011

Vorrei sapere....

prima di sbagliare clamorosamente..la lotta femminista l aposso includere nel '68 secondo voi?
cioè , lo so che l'apice del femminismo c'è stato nei '70.
ma posso considerare il 68 come starter della cosa e trattare nel mio lavoro dal punto di vista femminista?
oppure no...perchè se no , devo rivedere tutto!!

martedì 4 gennaio 2011

Avviso!

ho parlato con Beatrice.
visto che è ancora indietro con il lavoro vecchio e invece è  messa bene con quello nuovo , dice se per questa volta possiamo andare avanti e pubblicherà tutto insieme...
per Emmanuel invece , forse per un paio di mesi l'abbiamo perso.
la coppia Rai infatti e impegnatissima sul fronte "sfavillante mondo dello spettacolo" , Bea con "i raccomandati " ed Emmanuel con Sanremo, porelli non hanno tempo nemmeno per respirare.
quindi se a voi va bene Bea ce la riassorbiamo così ed Emmanuel vedremo se con un tema idoneo lo riusciamo a riavere....che dite?

ISTINTO DI SOPRAVVIVENZA E ISTINTO MATERNO

le foto non sono uno spettacolo...è difficile da fotografare!!
in più ci mettete la mia influenza. Vabbè , riparerò in seguito.
purtroppo la vernice di finitura ha rovinato molte immagini , ma a quel punto ero così sfinita da questo lavoro che quasi quasi non mi sono dispiaciuta molto. Più in la mi renderò conto.
Dunque piccolissima spiegazione dell'opera.
ovviamente che è una grande tetta si vede!
le immagini invece un pò meno.
sono per lo più foto di piccoli di animali che  prendono il latte e piccoli di uomo che fanno lo stesso.
ci sono però anche immagini di cuccioli che vengono allatati da altre specie animali o che vengono allattati artificialemente.
Questo per spiegare come l'isitnto alla sopravvivenza sia in ognuno fortissimo e ovviamente innato.
l'ho voluto legare all'istinto materno perchè , secondo me , spesso sono inscindibili.






adesso per via della febbre non so spiegare meglio....
ultima cosa. la cornice del "quadro" è riempita con ninne-nanne popolari dove si parla di latte e seni (tette, minne, zinne e altro!).
a presto

domenica 2 gennaio 2011

FATTO!!

Evviva! Ce l'ho fatta, è finito!
Adesso si sta asciugando e domani sarò in grado di pubblicarlo....wow!
E' stata un 'attraversata con il mare in tempesta. Mai più progetti così ambiziosi, almeno finchè avrò figli piccoli , un marito con orari assurdi e un lavoro a 40 km di distanza.
Che poi il risultato non è un granchè, però almeno l'ho portato a termine. Giuro che sono stata più volte tentata di mollare tutto....a domani!